Don Luigi Bosio
Fine Menù
Feria IV infra hebdomadam ...

 

  • File allegato
  • Stampa
Feria IV infra hebdomadam I in Quadragesima. «Statio ad S. Mariam in itinere»

Ho pensato a Rut, la spigolatrice.

Sono risalito di molti secoli.

Tra i campi di Dio, sono andato a raccogliere il «frumento di vita» da offrire in alimento alla penitenza quaresimale.

Qui, c'è Mosè ed Elia.

Qui, c'è Giona e Salomone.

Tra l'uno e l'altro: una distanza di centinaia di anni.

Tra loro e noi: di migliaia di anni.

Tutti i tempi, anni e secoli, convergono qui.

Lui, vivissimo nella sua Liturgia, è Mosè, Elia, Giona e Salomone.

Nella piena luce.

Prima nel suo digiuno, poi nel suo sepolcro: sempre nel fulgore della sua sapienza.

 

*     *     *

 

Non desiderate, che dica tante parole.

Lasciatemi sulla montagna a pregare, mentre voi faticate a valle.

Lasciatemi nel deserto, lontano dal mondo, sommerso da fiumi di parole e dall'affanno di tante cose.

 

*     *     *

 

«Maestro, vogliamo un segno da Te».

Quale segno?

Ho scelto il più umile, il più umiliante: come Giona, ingoiato dal pesce: così l'Onnipotente nel sepolcro!

Un segno volete ancora?

«Ecce plus quam Jonas hic».

«Ecce plus quam Salomon hic».

Tutti i tempi sono qui.

È l'eternità, che ci avvolge.

Qui c'è anche Lei.

L'abbiamo incontrata nel Vangelo.

«C'è qui anche la Madre Tua».

La risposta di Gesù?

Ci deve intenerire fino alle lagrime.

Nella maternità dell'amore, ognuno di voi mi è madre.

 

*     *     *

 

O mio Dio!

Al termine della celebrazione riceverete «Sacculum Cineris».

Il sacramento del digiuno.

Il sacramento del nulla di tutte le cose.

«La filosofia della Sapienza».

Ne userete come un sacramento.

La disperderete triolfamente verso il Cielo nella Notte Pasquale.

«QUAESUMUS, DOMINE: UT VIDERE POSSIMUS».

  

 

Don Luigi Bosio, Feria IV infra hebdomadam I in Quadragesima. «Statio ad S. Mariam in itinere». 2 Marzo 1966, «Jerusalem Nova», Agosto - Settembre 1966, Anno XVII, N. 17 (178).