Don Luigi Bosio
Fine Menù
Feria IV post Dom. II in Quadragesima ...

 

  • File allegato
  • Stampa
Feria IV post Dom. II in Quadragesima. «Statio ad S. Mariam in itinere». Ad S. Ceciliam

Questa divina Liturgia è la glorificazione della musica: una divina glorificazione del canto.

«Assumpsit Jesus duodecim secreto»  (Mt. 20,17-28).

Populus tuus.

Haereditas tua.

Pars tua.

Sors tua.

Funiculus tuus.

 

*     *     *

 

«Ne claudas ora Te canentium».

Non permettere che si spenga il canto della Tua Liturgia.

Statio ad S. Caeciliam.

Corde dello strumento: Cor et corpus immaculatum.

Armonia e pastosità di quell'organo!

Ritmo: Fiat!

Armonia: Verginità e Martirio.

L'anima, per sua natura, è tutta musica.

Nella verginità, anche il corpo è tutta musica.

 

*     *     *

La Liturgia? Amore, che chiama amore.

Amore, che chiama canto.

Religione e musica sono gemelle.

Liturgia e canto sono gemelli.

La Liturgia? Ritmo d'amore con il Suo amore.

Non perdere il ritmo.

Non rompere l'armonia: basta non eseguire diligentemente una piccola nota;

non osservare attentamente una piccola pausa.

La Liturgia? Convertire la vita in amore.

Convertire l'amore in canto.

«Ne claudas ora Te canentium».

Rivendichiamo la purezza e la bellezza del canto gregoriano:

strappo deciso dalla materia, rapido volo e sosta alle soglie dell'eternità.

 

*     *     *

 

Statio ad S. Mariam in itinere.

Il Suo canto.

«Tu sarai la Madre del Signore».

«Quomodo». Il tocco ineffabile sulla corda della verginità.

«Fiat!». L'ineffabile stretta sulla corda dell'umiltà.

«Et Verbum Caro factum est». L'Amore s'incarna nell'estasi del canto.

Il Verbo Incarnato: «Organum Trinitatis».

«Assumpsit Deus duodecim secreto…».

Il secreto ora è aperto.    

La vita è un canto - un incanto - un Paradiso.

 

 

Don Luigi Bosio, Feria IV post Dom. II in Quadragesima. «Statio ad S. Mariam in itinere». Ad S. Ceciliam - 9 Marzo 1966, «Jerusalem Nova», Agosto - Settembre 1966, Anno XVII, N. 17 (178).